Un commento sulla partita di questa sera contro la Fiorentina, ma anche una panoramica sul mercato a meno di 48 ore dalla chiusura dalla sessione invernale che ha portato in dote all'Inter Christian Eriksen, Ashley Young e Victor Moses. Beppe Marotta, ad sport dell'Inter, parla così ai microfoni di Rai Sport

Eriksen tra i più forti in Europa?
"Sì, è un ottimo giocatore per quello che ha fatto e siamo felici di averlo con noi. L'appeal che rappresenta l'Inter è molto alto, spero che sia l'inizio di una nuova generazione di campioni".

Servono i campioni per un modello vincente?
"Serve tutto un insieme: un allenatore importante, una società forte, ma anche un gruppo di giocatori che possano creare un mix di qualità importante".

In campionato siete vicini alla Juve.
"Siamo contenti del percorso fatto, non guardiamo agli altri ma a noi stessi. Il percorso è positivo, dobbiamo puntellarlo nel modo migliore".

Che spiegazioni si dà degli ultimi pareggi?
"Difficile trovare la ricetta giusta. Sono dati oggettivi ma l'allenatore ha analizzato nel modo migliore questa caratteristica, ma sono certo che il percorso è molto positivo e vogliamo migliorare nel girone di ritorno".

E' stata così veloce la trattativa per Eriksen?
"E' stata un po' lunga perché dall'altra parte c'era un grande manager come Daniel Levy, ma noi eravamo rassicurati dal fatto che il giocatore ha sposato il progetto e il fatto di poter lavorare con Conte. Abbiamo trovato un accordo che premia l'Inter tutta e un gruppo già importante".

L'Inter è completa?
"Penso che non faremo altre operazioni. Questo è un mercato di opportunità, dopo averne trovata una come Eriksen direi che non ci sono giocatori a disposizione che possano alzare il nostro livello qualitativo".

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 29 gennaio 2020 alle 20:15
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print