Ospite del negozio Solo Inter, davanti a parecchi tifosi intervenuti per l'occasione, il difensore dell'Inter Juan Jesus ha rilasciato anche alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti. FcInterNews.it era presente sul luogo e ha raccolto le sue impressioni, in primo luogo parlando della sconfitta di ieri col Siena: "Non mi piacciono le sconfitte, dobbiamo sempre pensare a migliorare, speriamo già di riprenderci mercoledì col Chievo". Ma il brasiliano è soddisfatto del suo rendimento sin qui? "Sì sono molto contento ma questo è il mio lavoro. Spero di fare sempre di più per l'Inter. Mi aspetto comunque di giocare bene e di avere una forma migliore". Stramaccioni dice di voler contare sulla difesa a tre, Juan però predica calma: "Non lo so se la applicheremo subito, perché oggi abbiamo fatto solo lavoro di recupero. In Brasile qualche volta l'ho fatto, qui dipende dall'allenatore però".



Quali sono le potenzialità di questa Inter per Juan Jesus? "E' una grande squadra per me, puntiamo sempre allo scudetto. A nessuno piace perdere come è successo ieri, adesso però pensiamo solo al Chievo". Si torna anche sull'errore in occasione del gol di Vergassola: "Se perdiamo la colpa è di tutti, non dei singoli. La squadra paga, non solo i singoli. Dobbiamo lavorare, però una sconfitta nel calcio si può stare". Sconfitta accolta però dai fischi di San Siro: "Il calcio lo conosciamo, ci sono sempre le sconfitte, fanno parte del gioco. Noi andiamo ora a Verona per vincere, non pensiamo al passato". Ma che rapporto ha Juan coi tifosi? "Sicuramente mi piace tantissimo stare con loro e parlargli; devono comunque capire che il calcio è così, la ruota gira per tutti".

A domanda di FcInterNews.it sul rapporto con Ranocchia in campo risponde: "Con lui mi trovo benissimo, è davvero fortissimo e anche come amico è un ragazzo fantastico. Mi piace molto giocare in coppia con lui". Chiusura su Maicon: "E' un amico, sento ancora lui come Julio. Però cambiare nel calcio ci sta". 

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 24 settembre 2012 alle 15:25 / Fonte: dagli inviati, Fabrizio Romano e Guglielmo Cannavale
Autore: Redazione FcInterNews
vedi letture
Print