Se Antonio Conte, come probabile, otterrà il rinnovo del contratto oltre il 30 giugno 2022, potrà dire di essere stato più interista che juventino. Con questo assunto, il quotidiano La Repubblica parla della situazione contrattuale del tecnico sottolineando come in questo momento la missione sia un'altra, per Conte: "In Viale della Liberazione, quartier generale nerazzurro, di rinnovi non se ne firmeranno prima della fine del campionato. Vale per Lautaro e Bastoni (squalificato come Brozovic) e vale per l’allenatore, chiamato a portare a termine l’impresa quasi compiuta: riportare lo scudetto a Milano e troncare a 9 il filotto dei trionfi juventini, da lui stesso inaugurato nel 2011/2012. Una vita fa".

Tra i tifosi, memori secondo il quotidiano di diverse scene definite 'tragiche', su tutte l'addio di José Mourinho dopo la vittoria in Champions League, temono per una dolorosa separazione. Ma l'ipotesi, rassicura La Repubblica, è improbabile: "In un periodo di tasche vuote. Il Bayern dovrà trovare un allenatore, dopo l’annunciato addio di Hansi Flick per la nazionale tedesca. Questo potrebbe innescare una girandola di allenatori incluso il Real, che Conte ha già rifiutato una volta. La speranza dei tifosi è che il loro allenatore venga lasciato in pace. O che, se interpellato, declini. Lo scintillio negli occhi, ogni volta che parla dei colleghi stabilmente sposati a una squadra, è rassicurante".

VIDEO - TRAMONTANA SBAGLIA LA PROFEZIA. E L'INTER SEGNA A BOLOGNA!

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 11:51
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print