Continuano a susseguirsi i grandi ospiti presenti al Festival dello Sport. Dopo il lungo intervento di Beppe Marotta, è ancora a tinte nerazzurre parte della discussione affrontata oggi dal palco di Trento. Tra i vari ospiti, c'è anche l'ex attaccante interista Samuel Eto'o, che parla ampiamente di vari temi che riguardano l'attualità.

Che ne pensa della Superlega?
"Ciò che porta al bene del calcio va ottenuto con l'accordo di tutte le leghe, ma deve essere un qualcosa di buono per il calcio. Se si vogliono introdurre buoni cambiamenti nessuno si opporrà. La Champions dà prestigio ma ciò che ci dà importanza sono le leghe".

Sull'Inter.
"La maglia più bella d'Italia... Magari non mi crederete, ma chiedetelo: quando sono andato a firmare il contratto c'era una differenza di soldi, io ho detto di mettere la Champions come premio che massimo due anni l'avremmo vinto. Avevamo una squadra di lottatori e di brave persone con un allenatore unico, che capiva perfettamente ogni giocatore e i tifosi dell'Inter. Ha combinato tutto in modo perfetto... Se rivedi la partita di ritorno col Barcellona è ovvio che avevamo bisogno del fattore fortuna: l'abbiamo avuto perché abbiamo dato, dato, dato per tutto l'anno. L'Inter può vincere ancora il campionato, lo spero. Ho visto la sconfitta all'ultimo secondo col Real Madrid: può succedere. C'è una squadra per competere e vincere ma serve lottare".


 

(Fonte: TMW)
Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 10 ottobre 2021 alle 13:31
Autore: Egle Patanè
vedi letture
Print