Corsi e ricorsi storici. Giovan Battista Vico sarebbe probabilmente affascinato dalla situazione di Ivan Perisic all'Inter. Il croato, tornato nerazzurro dopo aver sperato invano di restare al Bayern Monaco, che lo ha sedotto e abbandonato, si trova praticamente nella stessa situazione di un anno fa, nonostante sia fresco vincitore del Treble con i bavaresi. Un Erasmus comunque proficuo a livello personale, ma nonostante la vetrina internazionale ad oggi non ci sono offerte da altri club per l'esterno. E rieccoci, come nel Gioco dell'Oca, al punto di partenza: provare a convincere Antonio Conte di poter essere utile alla causa. 

La mente torna, in tal senso, al luglio 2019, quando dopo la sconfitta in amichevole contro il Manchester United l'allenatore salentino espresse in modo eloquente il proprio parere sul croato: "Stiamo lavorando, ma le risposte non sono positive. Non penso sia adatto per fare il ruolo che gli chiedo (esterno sinistro a tutta fascia, ndr). Quindi l'unico posto in cui può giocare in questo momento è quello di attaccante. In compenso ho visto Dalbert, che ha giocato una partita con grande applicazione (altro cavallo di ritorno, ndr)".

Nella seduta odierna, durante le prove tattiche, Ivan il Terribile è stato nuovamente proposto da esterno sinistro del 3-5-2, lo stesso ruolo per cui Conte non lo riteneva adatto un anno fa. Può essere cambiato qualcosa nel frattempo? Difficile, probabilmente il tecnico salentino sta cercando di testarlo ulteriormente consapevole del fatto che stavolta difficilmente troverebbe un altro club. Ergo, è il caso di lavorarci, anche perché pur mancando ancora un attaccante nel reparto avanzato, Perisic sarebbe in difficoltà a ricoprire questo ruolo, per nulla nelle sue corde. Meglio dunque largo a sinistra, in quella striscia di campo in cui ha sempre fatto bene, cercando di fare valere i suoi ormai proverbiali ripiegamenti difensivi che sono parte integrante del ruolo di laterale tutta fascia. 

Ad oggi in quella posizione c'è traffico, perché anche solo considerando Aleksander Kolarov da centrale, in rosa figurano Dalbert, Kwadwo Asamoah (entrambi in uscita) e Ashley Young. Ma l'idea è provare a prendere, a condizioni economiche favorevoli, un altro esterno sinistro, meglio se di piede mancino. Il desiderio di Conte resta Marcos Alonso, ma più dello spagnolo in lista cessioni del Chelsea c'è Emerson Palmieri, potenziale affare di chiusura mercato. Poi, se in questi giorni Perisic facesse cambiare idea al proprio tecnico, allora sì che sarebbe una risorsa importante per la rosa nerazzurra. Dopotutto, nonostante un anno all'estero, il croato ha scolpite nella testa le misure del rettangolo di gioco del Meazza...

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 13 settembre 2020 alle 17:55
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print