Ospite speciale della nuova puntata del podcast ufficiale dell'Inter 'Kick Off' è Nicola Berti. L'ex centrocampista nerazzurro, uno che di derby vinti se ne intende, nell'indicare il suo migliore in campo nella sfida di domenica scorsa contro il Milan ha fatto un nome un po' a sorpresa: "Sono due partite che la difesa sta facendo cose straordinarie, specialmente Milan Skriniar. Con Lazio e Milan ha fatto due partite straordinarie. Tutti parlano di Romelu Lukaku, ma secondo me in queste partite Lautaro Martinez ha giocato meglio di Lukaku: faceva pressing sui difensori, non mollava un attimo. In queste due partite sono stati i giocatori che mi hanno sorpreso di più".

Questo derby non ti ha ricordato quelli che giocavi tu?
"Sì, anche se mancano ancora tante partite. Però erano dieci anni che non si vedevano le milanesi al vertice. Alla mia epoca erano sempre nei primi tre posti e i derby erano più sentiti. Questo derby però per l'Inter era fondamentale, adesso per i nerazzurri devono essere tutte finali visto che non ci sono altri. Quest'anno dobbiamo portarci lo Scudetto a casa, anche se c'è quell'altra squadra della quale non dico il nome che può rompere le scatole; è una situazione che possiamo rovinarci solo noi: abbiamo rosa, allenatore, punti di vantaggio". 

Vedi tra i giocatori in campo qualcuno che può ricalcare le tue orme?
"Ovviamente Barella, ha temperamento e voglia che assomigliano a quelle che avevo io. Tecnicamente è più forte di me, io forse avevo più progressione di lui. Ma lui sarà il nostro prossimo capitano e per anni. Adesso è diventato anche più equilibrato senza nulla togliere alla sua determinazione".

Ti aspettavi un dominio del genere nel derby?
"Dominio mica tanto, nei primi minuti della ripresa e anche negli ultimi dieci del primo tempo ci hanno un po' schiacciati. Samir Handanovic ha fatto due parate fondamentali, non tre. Poi abbiamo giocato meglio anche se parlare di dominio mi pare troppo, dobbiamo continuare così".

Conte ha detto che Genoa e Parma saranno le due partite più difficili.
"Queste due partite che abbiamo vinto potrebbero anche gasare e rilassare l'ambiente, cosa che non bisogna assolutamente fare. Ora siamo in una buona posizione, con quattro punti di vantaggio. Però non c'è mai nulla di facile, specie per noi. Se ci rilassiamo possiamo perdere punti con chiunque". 

VIDEO - LA CURVA NORD RIACCOGLIE STANKOVIC A MILANO: CORI, FUMOGENI E MEGA STRISCIONE

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 26 febbraio 2021 alle 13:17
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print