"Gli infortuni e i contrattempi non aiutano la crescita, ma sono aspetti da tenere in considerazione: la nostra squadra si è rinnovata tanto durante l'estate, dobbiamo trovare la quadratura velocemente. Ci troviamo però ad aver perso due partite per altrettanti episodi (contro Brescia e Inter, ndr). Nell'analisi bisogna avere il giusto equilibrio, abbiamo grossi margini di miglioramento e qualcosa di buono l'abbiamo messo in campo". L'ha detto Rolando Maran, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Parma, sulla situazione del Cagliari e sugli infortuni di Alessio Cragno, Leonardo Pavoletti e Radja Nainggolan. 

Si sente in discussione?
"L'allenatore è sempre il responsabile, so bene che il calcio è fatto di queste cose. Ci sono momenti in cui si vince, altri no: l'importante è dare il massimo quotidianamente, ma sappiamo che sono i risultati che contano".

Situazione infortunati: chi manca?
"Solo Radja oltre tutti i lungodegenti. Gli altri sono tutti a disposizione, ovvio che qualcuno si sia allenato un po' meno, ma dovrò valutare tutto. Radja non ha subito qualcosa di grave, ma non posso però quantificare ora perché farei un errore".

VIDEO - AMARCORD INTER - 14/09/1997, VENTIDUE ANNI FA IL PRIMO GOL IN CAMPIONATO DEL "FENOMENO" RONALDO

Sezione: Il resto della A / Data: Sab 14 Settembre 2019 alle 13:07 / Fonte: TMW
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print