Non chiamatelo fratello d'arte: Sergio Zanetti, oltre ad essere di sei più grande di Javier, vanta anche una notevole esperienza come tecnico di selezioni giovanili, sviluppata in giro per l'Italia e anche in Svizzera. Quest'oggi, con la sua formazione Berretti, ha affrontato la prima squadra di Gasperini in un test interessante. E al sito ufficiale del club nerazzurro, svela quelle che sono le sue sensazioni per questa nuova avventura: "È un'esperienza davvero importante. Dobbiamo completare la formazione agonistica dei ragazzi, infatti stiamo basando la preparazione estiva su due concetti importanti: sacrificio e disponibilità. Siamo stati in ritiro a Trento, abbiamo lavorato bene, abbiamo formato il gruppo anche se, come faremo per tutta la stagione, molti ragazzi, ben undici, erano già aggregati alla Primavera". Parlando del campionato aggiunge: "Ci troveremo davanti gruppi più anziani del nostro, ma non sarà un problema. A quest'età, infatti, bisogna imparare soprattutto a superare le difficoltà senza paura".

I primi frutti del lavoro di Zanetti senior si sono visti quest'oggi (impostazione del gioco da dietro senza lanci lunghi, circolazione veloce nel possesso palla e verticalizzazioni, sovrapposizioni sulle corsie esterne, inserimenti dei centrocampisti, spirito offensivo e partecipazione collettiva alla fase difensiva), ma ora il lavoro andrà avanti. "Nei prossimi giorni andremo a giocare un torneo in Romania, tre gare in tre giorni, per completare la preparazione estiva e farci trovare sempre a disposizione", conclude Sergio.

 

Sezione: Giovanili / Data: Sab 13 Agosto 2011 alle 15:47 / articolo letto 3909 volte / Fonte: Inter.it
Autore: Christian Liotta