Entra nel vivo il rifinanziamento del maxi-debito obbligazionario da 375 milioni, in scadenza alla fine del 2022. Secondo quanto conferma Tuttosport in scia al Sole 24 Ore, la proposta di rifinanziamento "è stata accolta in modo piuttosto positivo dai fondi del settore perché si tratta di bond che garantiscono un buon ritorno, soprattutto in questa fase caratterizzata da cedole basse a causa della crisi provocata dalla pandemia - spiega il quotidiano -. Secondo i termini pattuiti dall’Inter con gli investitori, la società nerazzurra deve mantenere il rapporto tra stipendi e fatturato al 58%. Anche per questo motivo diventa determinante raggiungere un accordo per spalmare gli ingaggi dei calciatori. Per Suning è fondamentale ottenere il rifinanziamento in tempi brevi per potersi presentare con una posizione finanziariamente tranquilla di fronte ai potenziali compratori. In questo momento questo ruolo è rappresentato soprattutto da BC Partners che sta svolgendo la 'due diligence' sui conti nerazzurri. Un passaggio preliminare che potrebbe richiedere qualche settimana, reso più complicato dalla pandemia che costringe a limitare le riunioni in presenza".

VIDEO - GOL STREPITOSO DI GNONTO AL LUCERNA: LASCIA INDIETRO IN DRIBBLING TUTTA LA DIFESA AVVERSARIA 

Sezione: Focus / Data: Dom 10 gennaio 2021 alle 08:27 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print