Oggi dovrebbe scadere l'ultimatum dato dal Napoli a Mauro Icardi e, secondo la Gazzetta dello Sport, l'intenzione dell'argentino è quella di continuare a non accettare la corte di De Laurentiis, ma anche quella di non chiudere definitivamente la porta agli azzurri. Come la prenderà il numero uno campano? "De Laurentiis, in vacanza alle Eolie, ha offerto 65 milioni all’Inter e un quinquennale da 7,5 milioni netti al giocatore - si legge -. Potrebbe prenderla con filosofia, far slittare di fatto la parola fine. Del resto il numero uno campano vuol evitare di finire in un imbuto, ma ha troppa esperienza per ritirarsi sul più bello. Tant’è vero che qualcuno già parla di un nuovo step per il fine settimana, una ciambella di salvataggio per l’argentino che fa sognare il San Paolo".

Sullo sfondo resta la Juventus, che però non pare voler accelerare immediatamente. E la risposta nerazzurra a un eventuale abboccamento sarebbe chiara: 'Dateci Dybala'. "È uno scenario, un’ipotesi legata a varie eventualità - spiega la rosea -. Tuttavia è scontato che i vertici nerazzurri stiano preparando un particolare comitato d’accoglienza per l’ex capitano votato al no. La sua prolungata indifferenza ai segnali del club ha finito per alzare sempre più il muro tra le parti. Anche perché l’Inter intende uscire in fretta da quest’imbarazzante situazione. Chiuse le liste, dal 3 settembre in poi si aprirebbe una fase ancor più delicata. Con la gestione di un professionista che ha già dimostrato di volere far valere i propri diritti a tutti i costi (anche per vie legali). Si profila una convivenza in ogni caso bollente, che non può lasciare tranquillo neanche lo stesso Maurito. È oggettivo che la Juve abbia dovuto cambiare in corsa i propri programmi iniziali. Queste sterzate comportano un aggiornamento anche per lui? Con il passare dei giorni le manovre diversive hanno sempre meno effetto. A maggior ragione i bluff. Così la diffidenza tra Inter e Juve prima o poi porterà ad un faccia a faccia".

Sezione: Focus / Data: Gio 22 Agosto 2019 alle 08:27 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print