L'Inter ha già voltato pagina. Dopo l'amaro ko col Barcellona, che ha determinato l'uscita di scena dei nerazzurri dalla Champions League, Antonio Conte e Beppe Marotta non mollano, anzi rilanciano. Aver perso gli almeno 15 milioni garantiti dal passaggio agli ottavi di finale - si legge sul Corriere della Sera - non ridimensionerà gli obiettivi di mercato, che rimangono numericamente due e potrebbero diventare tre nel caso partisse qualcuno in attacco.

Ieri, il giorno dopo la sconfitta, al centro tecnico di Appiano Gentile, oltre all’ad, si è presentato il presidente Steven Zhang, che ha parlato alla squadra attraverso i seguenti concetti: "dovete essere orgogliosi di quello che avete fatto, la strada è quella giusta, stiamo crescendo, ci sono altre battaglie da vincere insieme". Dal canto suo, Conte era dispiaciuto, perché convinto che con tutti gli uomini a disposizione sarebbe potuta finire in modo diverso. Ragion per cui il tecnico ha parlato a lungo con Marotta disegnando le strategie per il mercato di gennaio: gli obiettivi principali sono un centrocampista e un esterno. Il primo nome su cui l’Inter spingerà è quello dello svedese Dejan Kulusevski. Il 19enne in prestito al Parma, ma di proprietà dell’Atalanta, è il profilo giusto per il centrocampo. Con l’Atalanta c’è un accordo sui 35 milioni, va convinto il club emiliano. Dovesse complicarsi questa pista, l’Inter virerebbe su Arturo Vidal del Barcellona. Conte stima il giocatore e vorrebbe averlo già all’inizio di gennaio. Il problema è la formula. Con un prestito non troppo oneroso potrebbe arrivare e poi a giugno si parlerà di un’eventuale riconferma. In calo le quotazioni di Rodrigo De Paul: il 25enne argentino dell’Udinese costa 30 milioni. L’Inter cerca poi un mancino puro per rinforzare la corsia esterna: il sogno è Marcos Alonso, 28 enne spagnolo che sta trovando poco spazio nel Chelsea. 

Sezione: Focus / Data: Gio 12 dicembre 2019 alle 09:48
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print