L'intrigo Mauro Icardi sembra ancora lontano dalla conclusione, ma secondo il Corriere dello Sport ci sarebbe una scadenza. Data dallo stesso giocatore. "Il centravanti si è preso una settimana di tempo per riflettere - scrive il quotidiano - e ha fatto sapere che sicuramente prima di ferragosto non deciderà niente riguardo al suo futuro". Tra le pretendenti, "il Napoli ha portato un pressing importante ed è arrivato a mettere sul tavolo quasi 60 milioni dopo che era partito da una valutazione di 50; la Roma sta studiando un’offerta che comprenda il cartellino di Dzeko più soldi (non 30 milioni come inizialmente ipotizzato, ma di più); la Juve invece ha la speranza che Maurito temporeggi ancora per vendere Dybala e avere così i milioni necessari per presentare un’offerta cash che però difficilmente l’Inter accetterà".

Il quotidiano riferisce di colloqui quasi giornalieri tra De Laurentiis e Wanda Nara, il club partenopeo vorrebbe infatti chiudere prima l'accordo con il giocatore e poi parlare con l'Inter, ritenendo "che la prima delle due “imprese” sia la più complicata", considerando anche i rapporti cordiali tra con Marotta. . "Non a caso, se in viale della Liberazione potessero scegliere, l’acquirente privilegiato in questo momento sarebbe proprio il club partenopeo", si legge ancora.

La Roma, dal canto suo, ha intenzione di inserire la contropartita Dzeko nell'affare Icardi "e, se Maurito andrà altrove, in quel caso i soldi che finiranno nella cassaforte di Zhang, serviranno per provare a prendere l’ex City". Una cosa è certa: l'Inter non valuta il proprio ex capitano meno di 70-75 milioni, per cui oltre al bosniaco come carta di scambio ne servirebbero una cinquantina. 

Resta la Juve, che "da qualche tempo pare abbia contatti meno frequenti pure con l’entourage del calciatore". Questo perché per passare al contrattaco ai bianconeri serve prima cedere. "Senza "le munizioni" tutto sarebbe complicato anche se la Juve ha la sensazione di poter contare sulla preferenza di Icardi, allettato più dal trasferimento a Torino che da quello a Napoli o a Roma". Sul quotidiano sportivo si sottolinea però che "Marotta cederà il suo ex capitano alla sua ex società solo per il cartellino di Dybala", ma "c’è il veto di Agnelli al trasferimento della Joya a Milano e pure quello del ragazzo di Laguna Larga".

Più difficile l'idea estera, mentre è impossibile un Nainggolan-bis con un prestito: "L'Inter, vincolata a Mauro fino al 2021, neppure prende in considerazione quest'ipotesi. O cessione adesso o permanenza alla Pinetina senza giocare".

Sezione: Focus / Data: Mar 13 Agosto 2019 alle 08:20
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print