Nwankwo Kanu, ex giocatore di Inter e Arsenal fra le altre, si è concesso in una lunga intervista al The Guardian nella quale racconta l'operato della sua fondazione, nata del 2000 dopo la guarigione dalla malattia: "Con la Kanu Heart Foundation abbiamo salvato ben 542 vite. E' una cosa meravigliosa, molto più importante del calcio. Dopo la mia malattia ho pensato che dovevo fare qualcosa: quando l'Inter mi ha comunicato che non avrei potuto giocare per me è stato un momento difficile, ma ora sono soddisfatto di quanto stiamo facendo". In programma anche una partita di beneficenza il 30 settembre per Kanu alla quale parteciperanno ex giocatori africani e della Premier League fra i quali Jay Jay Okocha, Robert Pires, Sol Campbell e Teddy Sheringham.

Andrea Morabito

Sezione: Ex nerazzurri / Data: Ven 14 Settembre 2018 alle 15:40 / articolo letto 3239 volte
Autore: FcInterNews Redazione