Andrew Gravillon, difensore centrale classe 1998, vincolato all’Inter da un contratto che scadrà nel giugno del 2023, dopo i prestiti (6 mesi a Benevento e diciotto mesi a Pescara, nell’ultimi biennio sportivo) è rientrato alla base, ma è subito ripartito per un nuovo prestito, questa volta a Sassuolo. Da lì, poi, un nuovo prestito, in Serie B ad Ascoli. Il direttore sportivo marchigiano, Antonio Tesoro ci spiega come è nata e come si è sviluppata la trattativa.

Direttore, Gravillon all’Ascoli è un vero e proprio colpo di mercato.
“La trattativa si è sviluppata negli ultimi due giorni, a ridosso della chiusura del calciomercato”.

Poco spazio con mister De Zerbi in neroverde?
“Sì, il calciatore si è reso conto di avere poco spazio al Sassuolo. Il suo obiettivo era quello di giocare con più continuità e quando ha saputo del nostro interessamento ha, da subito, dato piena adesione al trasferimento”.

Andrew aveva anche altre offerte?
“Ha preferito un altro anno in B in Italia, piuttosto che la Ligue 1 in Francia”.

Cosa vi aspettate da lui?
“Ci aspettiamo molto. Lo riteniamo un giocatore di prospettiva, destinato a fare una carriera in massima serie. Speriamo possa essere per noi un valore aggiunto”.

VIDEO - BARELLA-GOL E ASSALTO FINALE, I MINUTI FINALI DI INTER-SLAVIA VISTI DA TRAMONTANA

Sezione: Esclusive / Data: Mer 18 Settembre 2019 alle 19:55
Autore: Giuseppe Granieri
Vedi letture
Print