Mentre è ancora forte l'euforia per la conquista del 19° scudetto, si aggrava la situazione in casa Inter in vista del prossimo futuro. Il vertice andato in scena oggi, con Steven Zhang che, come si pensava, ha chiesto ai giocatori di venire incontro alla società in difficoltà dal punto di vista finanziario, ha deluso e non poco gli interlocutori. La squadra si aspettava sì una richiesta di sacrificio, ma anche un minimo di programmazione in vista del futuro. Invece nulla di nulla. Secondo quanto appurato dalla nostra redazione, il presidente nerazzurro ha chiesto tagli non solo alla squadra, ma anche ai dirigenti e a tutti i dipendenti del club. E, a quanto pare, questi tagli non sono considerati una tantum, ma permanenti. Una situazione francamente allarmante.

Di conseguenza, già sono molti gli elementi della rosa a guardarsi attorno. Tra questi, anche chi fino a poche ore fa non immaginava di doverlo fare. Ad esempio, si è intensificato il pressing del Manchester City per Lukaku e permane l'incertezza sul rinnovo (bloccato da tempo) di Bastoni. Ma il discorso vale anche per altri giocatori. E non fa eccezione neppure Antonio Conte: anche il tecnico leccese, che sperava in una strategia di Suning decisamente diversa, potrebbe essere costretto a malincuore a lasciare Milano. La conferenza stampa, inizialmente in programma per domani, non è stata cancellata per caso.

Alla base del forte malcontento di tutti – dai giocatori allo staff tecnico – ci sarebbe anche il continuo rifiuto da parte di Suning a cedere la maggioranza della società nonostante diverse offerte giunte in sede, anche di recente. La realtà è che non solo a tutti viene richiesto un enorme sacrificio economico, ma anche che non c'è una prospettiva certa per il futuro, se non quella di continuare a vivere alla giornata. Impensabile per un club così glorioso, peraltro appena laureatosi campione d'Italia.

VIDEO - NUOVA MAGLIA, CLAMOROSE INDISCREZIONI SUL CONCEPT PER IL 2021/'22

Sezione: Esclusive / Data: Lun 10 maggio 2021 alle 23:18
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print