Marcelo Brozovic ha ufficializzato l'addio allo storico agente Miroslav Bicanic dopo 10 anni per essere rappresentato da... se stesso. Il regista croato si occuperà in prima persona dei suoi affari e dei suoi interessi professionali, ovviamente con la sponda di una persona fidata come papà Ivan e un legale di fiducia che controllerà burocraticamente la buona riuscita di ogni operazione. Ma le decisione e le scelte saranno portate avanti direttamente dall'Epic Brozo, che è in scadenza di contratto con l'Inter nel 2022. C'è anche una clausola rescissoria valida solo per l'estero da 60 milioni che con tutta probabilità verrà cancellata dal nuovo contratto.

Eh sì, perché Brozovic e l'Inter lavorano al rinnovo. Possibile intesa fino al 2024 con ritocco dell'ingaggio. Brozo adesso guadagna 3,5 milioni netti più premi per arrivare comodamente intorno ai 4 ogni anno. Lo step dovrebbe portarlo a 4,5 un po' come tanti altri big nerazzurri (De Vrij e Barella pronti a rinnovare alle medesime cifre). Anche senza agente l'Inter e Brozovic vogliono proseguire insieme e nelle prossime settimane entrerà nel vivo il discorso rinnovo. I primi contatti ci sono già stati, visto che Brozovic aveva deciso di separarsi a inizio marzo da Bicanic. Il resto è stata la classica prassi relativa al cambio di agenti (devono passare 28 giorni dall'interruzione di un rapporto). E ora l'operazione rinnovo può entrare nel vivo con le accelerazioni del caso.

Sezione: Esclusive / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 20:15
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print