Giornate 'meravigliose' in casa Inter, che in questo mese di agosto ha detto e fatto. È stato un mercoledì con i botti per Beppe Marotta&Co, che con il doppio colpo Biraghi-Sanchez hanno regalato a Conte, e ai nerazzurri, un dessert di fine mercato con i fiocchi. Dopo la giornata di ieri, tutto lascerebbe pensare ad un mercato praticamente chiusosi proprio con l’arrivo del Niño Maravilla, ma i dirigenti interisti sembrano averci preso gusto e nulla è escluso. Neppure l’arrivo di un nuovo attaccante, e, chissà, anche di un centrocampista last minute. La cena di ieri sera che vi abbiamo raccontato (LEGGI QUI) confermerebbe l’ipotesi di un’Inter insaziabile alla ricerca di altri innesti per la rosa di Conte che fame ne ha tanta. Un’ipotesi corroborata ulteriormente dalla presenza di Beppe Riso con il quale c’è sinergia. Proprio Riso, agente di diversi calciatori nerazzurri (Sensi, Gagliardini, Dimarco…) si occupa anche di numerosi altri giocatori protagonisti di questi ultimi giorni di mercato in Viale della Liberazione. Da Eddie Salcedo a Pietro Pellegri, passando per Andrea Petagna, ultimissimo nome entrato in orbita Inter. Da fare, però, un punto della situazione.

SALCEDO - Tutto rimane come già raccontato qualche giorno fa: il giovane attaccante classe 2001 è in direzione Verona, sua destinazione certa. Ancora da capire se ci sarà o meno l’inserimento del Genoa nell’operazione, oppure se andrà direttamente al servizio di Ivan Juric. Oggi giornata decisiva per mettere il punto definitivo alla trattativa.

PELLEGRI - Anche l’attaccante classe 2001 in forza al Monaco era stato accostato all’Inter (più come una proposta da parte dell’entourage che come vero e proprio interesse nerazzurro) ma fumata nera per lui che sembra non rientrare nell’identikit del vice Lukaku che vorrebbe Antonio Conte. Pellegri era stato accostato anche al Verona ma dovrebbe invece restare nel Principato.

PETAGNA - E’ il ventiquattrenne ex Atalanta colui che farebbe gola in quel di Appiano Gentile, dove si vorrebbe puntare ad un vice Lukaku grande e grosso quanto lui o quasi. Petagna in casa Inter è parecchio apprezzato e risulta essere il perfetto identikit di quella che sarebbe la ciliegina sulla torta al bacio di questo mercato. Il condizionale però è d’obbligo, perché tra il dire e il fare, il volere e l’ottenere c’è un signore in panchina - o meglio in tribuna - che non vuole smontar le tende. Con i reiterati rifiuti al Napoli e la Juventus che tarda ad arrivare (e chissà se mai arriverà), prende sempre più quota l’idea che Icardi possa restare all’Inter con l’intenzione di convincere Conte per un suo futuro reintegro. In caso di permanenza dell’ex capitano le possibilità di acquisto di un ulteriore attaccante si frantumano, anche e soprattutto per una questione di affollamento lì davanti. La Spal, che detiene il cartellino di Andrea Petagna, non gode dello stesso affollamento lì davanti e non lo lascerebbe partire facilmente né facendo sconti. Situazione parecchio complicata che ad oggi non sembra poter decollare.

Egle Patanè

VIDEO - VISITE AL CONI PER SANCHEZ, TRIPUDIO DEI TIFOSI E PRIME... RICHIESTE

Sezione: Esclusive / Data: Gio 29 Agosto 2019 alle 10:42
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print