"Ci sono due opzioni in Europa per Mauro", parola di Wanda Nara a 'Tiki Taka'un'ora fa. Le piste in questione rispondono al nome di Valencia e Paris Saint-Germain. Destini che si incrociano a tra loro, dato che francesi e spagnoli stanno trattando a loro volta. I valenciani, infatti, nell'ambito dei discorsi per Rodrigo hanno chiesto ai francesi in contropartita il terzino Thomas Meunier visto che sull'out destro sono scoperti dopo l'infortunio occorso a Cristiano Piccini e la fumata nera nella trattativa per Elseid Hysaj col Napoli. 

Tra le due pretendenti la prima a muoversi venerdì sera è stata il Valencia come vi abbiamo svelato ieri in esclusiva (LEGGI QUI). Se parte Rodrigo, il club spagnolo punta al prestito secco di Maurito, che aperto al trasferimento. Il Valencia garantirebbe un ingaggio da 5 milioni netti da qui al prossimo 30 giugno più premi. Nelle ultime ore il forte inserimento del Psg che, complice la fase di stallo su Rodrigo, sta provando ad accelerare con Maurito. L'Inter ha già parlato con Leonardo dando il via libera al prestito a patto che Icardi allunghi il contratto fino al 2022 alle stesse condizioni di quello attuale. Per rinnovare invece Icardi vorrebbe discutere un adeguamento del salario, tema da tempo in discussione e mai affrontato. Ingaggio addirittura superiore da quello percepito a Milano che i parigini garantirebbero senza grossi problemi. Possibile però che i transalpini chiedano un diritto di riscatto sul cartellino del goleador argentino. Da definire ancora le cifre tra i club. 

Il tempo stringe e serve chiarezza da subito. Ore decisive e tra poco ci sarà  il summit tra le parti in un noto hotel nel cuore di Milano. Un faccia a faccia che si preannuncia decisivo e può sbloccare quella che fino a poche ore fa sembrava un'ipotesi remota: la cessione, seppur in prestito, di Mauro Icardi,  che mai come adesso sta realmente accarezzando l'idea di lasciare la Milano nerazzurra anche se solo a titolo temporaneo.

Sezione: Esclusive / Data: Lun 2 Settembre 2019 alle 02:00
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print