Nuova idea per l’attacco dell’Inter: gli occhi di Walter Sabatini, grande esperto e scopritori di talenti sudamericani, sono caduti su Sebastian Driussi. Nei mesi scorsi il dirigente di Suning ha avuto modo di seguirlo dal vivo rimanendone stregato. Il gioiello del River Plate, capocannoniere della Primera Division con ben 16 gol stagionali, ha saputo mettersi in mostra con prestazioni da protagonista anche in Copa Libertadores, l’equivalente della Champions League europea, tanto da essere considerato in patria il nuovo Paulo Dybala. Driussi, vero e proprio astro nascente del calcio argentino, era stato identificato dalla Sampdoria come un eventuale post Muriel, salvo trovarsi la strada sbarrata dal club del giocatore. Il prezzo del suo cartellino è abbordabile in virtù della clausola rescissoria presente nel contratto del valore di 15 milioni di dollari (circa 13 milioni di euro). Una cifra tutto sommato modica considerando l’età, il suo potenziale e quanto fatto veder sinora con Los Millionarios.

L'idea di mercato potrebbe essere la classica sorpresa ‘alla Sabatini’ che già in passato aveva scovato talenti come Lamela e Marquinhos. Ad oggi solo un’ipotesi, nonostante il ragazzo sia stato seguito anche due anni fa dal ds Piero Ausilio e l'ex dg interista Massimo Mirabelli (ai tempi caposcout)che potrebbe prender forma nel periodo estivo vista l'esplosione del ragazzo. Sabatini ha spesso abituato i propri tifosi all’alternanza di grandi nomi con giovani di talento, e in tal senso quello di Driussi è un profilo che ben si colloca nella lista degli apprezzamenti dell’ex ds giallorosso.

Sezione: Esclusive / Data: Gio 01 giugno 2017 alle 17:17
Autore: Filippo M. Capra / Twitter: @innadifeelo
Vedi letture
Print