Suning Holdings Group, società proprietaria dell’Inter, si conferma una delle principali imprese commerciali in Cina. Il gruppo Suning, che quest’anno festeggia il suo 30esimo anniversario dalla fondazione, si è classificato al secondo posto nella lista annuale della Federazione cinese dell’Industria e del Commercio (ACFIC) delle prime 500 imprese non statali della nazione, rientrando in questo speciale elenco redatto dall’ACFIC per l’undicesimo anno consecutivo.

Suning ha realizzato un fatturato di 665,259 miliardi di Renminbi (97 miliardi di dollari) e si è confermata al primo posto nella categoria di vendita al dettaglio su Internet. Nel solo mese di agosto, inoltre,  Suning.com, una delle principali consociate di Suning Holdings Group, è stata inclusa nella Fortune Global 500 List per il quarto anno consecutivo. Suning.com, azienda leader nello smart retail O2O in Cina, si è piazzata al 324° posto (in crescita dal 333° del 2019) con un fatturato annuo operativo di 38,97 miliardi di dollari, profitti per 1,424 miliardi, asset per 34 miliardi e un valore di mercato pari a 13,7 miliardi.  “Miglioreremo ulteriormente l’integrazione e l’applicazione delle novità digitali nell’intera catena di vendita al dettaglio. Suning sfrutterà i suoi vantaggi in tutte le categorie e segmenti di clientela per servire al meglio il mercato globale”, le parole del leader Zhang Jindong.

VIDEO - VIDAL SI ALLENA DA SOLO, IN STRADA. E IL PROCURATORE GLI DA' DEL MATTO

Sezione: Copertina / Data: Mer 16 settembre 2020 alle 13:45
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print