Ospite negli studi televisiti de La Domenica Sportiva, Nicola Rizzoli, designatore arbitrale per la Serie A, parla del sempre delicato tema riguarda il Var. "Offre molte nuove possibilità all'arbitro. Ma questo ovviamente non toglierà le polemiche. Bisognerebbe capire alcuni punti di vista. Certo, noi arriveremo a spiegare meglio alcuni passaggi, ma serve dall'altra parte qualcuno pronto ad ascoltare. Noi arbitri puntiamo sempre a migliorarci, a dare del nostro meglio. Il prossimo passo è comunicare ogni passo del processo decisionale anche ai telecronisti. Poi, quando avremo un match-center, inviteremo anche qualcuno a seguire live l'operato della sala Var".

Un passaggio anche su Fiorentina-Inter, e sull'ormai famigerato rigore concesso dall'arbitro Abisso alla squadra viola. "E' una di quelle situazioni che abbiamo già messo tra gli errori. Per la valutazione è stata usata una telecamera diversa, una slow-motion da cui si vede un movimento della maglietta. Una telecamera è più sfuocata. Se non ha la certezza di non aver preso il petto o il braccio, l'arbitro ha continuato ad avere dubbi. Ed è rimasto con la decisione del campo. Col Var gli è stata fatta vedere un'immagine meno chiara. Ed essendo rimasto col dubbio, è rimasto con la decisione presa sul campo, che era errata. Ed ha sbagliato.Se il Var ti porta a vedere le immagini è perché vuole che cambi la tua decisione".

VIDEO - ESPOSITO, ALTRO GIOIELLO: CHE GOL ALLA GERMANIA

Sezione: Copertina / Data: Dom 5 Maggio 2019 alle 23:19
Autore: Federico Rana / Twitter: @FedericoRana1
Vedi letture
Print