"Perisic è molto, molto felice, il Bayern è il club migliore. Ivan è più che soddisfatto del club e di tutto. Anche l’Inter è eccezionale, ma questo è un altro passo avanti. Ritorno all’Inter? Mai dire mai, ma a questo non posso rispondere. L’addio è stato amichevole, tutto eccezionale". Lo ha detto Frane Jurcevic, migliore amico e soprattutto agente di Ivan il Terribile, in una lunga intervista rilasciata a Sportske

Il procuratore, che ha completato l'affare assieme all'avvocato Tomislav Kasalo e a Nenad Jestrovic, spiega anche la reazione di Conte alla notizia dell'addio del croato: "Era sorpreso quando Ivan gli ha detto che sarebbe andato. È andata esattamente così: dopo che è stato riportato dai media che non contava più su di lui, Conte si è avvicinato a Ivan in allenamento e gli ha detto che era arrabbiato con questi giornalisti che avevano scritte queste sciocchezze. Poi gli ha detto: "Ivan, continua a lavorare e basta, sei un giocatore top, ti vedo nella posizione di attaccante e non hai motivo di preoccuparti".

Nonostante le rassicurazioni del tecnico, la scelta di Perisic di trasferirsi in Baviera è stata pressoché immediata: "Ma l’arrivo del Bayern ha cambiato tutto, questa è la verità - dice Jurcevic -. Quando è arrivata l’offerta del club tedesco, ovviamente Ivan era interessato, ma è vero che inizialmente pensavamo che se il trasferimento fosse stato definitivo sarebbe stato fantastico, l’unico problema era che si trattava di un prestito. Abbiamo trascorso tutta la notte insieme, abbiamo parlato e valutato tutto, ad un certo punto Ivan ha detto: 'Sono un combattente, credo in me stesso, vado al Bayern, so che questo è il passo giusto per la mia carriera'. Era il momento, adesso giocherà nella sua posizione, questi sono i fatti che lo hanno spinto ad accettare".

Neanche a dirlo, Perisic non ha il posto garantito tra i titolari, nonostante il grande feeling con il tecnico Niko Kovac: "Questo è sicuro - precisa Jurcevic -. Anche se credo, sono sicuro al 100% che hanno preso un uomo come Ivan per vincere la Champions League, che è l'obiettivo quello che vogliono centrare. Ivan si adatta a questo calcio, in Bundesliga si gioca più aperti: vedrete tutti che esploderà. Questo è esattamente ciò di cui la squadra ha bisogno. Ne abbiamo parlato molto quella sera e alla fine Ivan ha deciso di firmare per il Bayern per la fiducia che ha in se stesso: vivrà una nuova giovinezza in Germania. Siamo ottimisti sul fatto che il Bayern sarà campione d'Europa, l'ultima volta per il club fu con un croato in campo: Mario Mandzukic". 

VIDEO - NTUBE DI TACCO, SALCEDO CON LO SCAVETTO: CHE GOL IN AZZURRO 

Sezione: Copertina / Data: Gio 15 Agosto 2019 alle 12:46
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print