Il 26 aprile 1994, esattamente 26 anni fa, rappresenta una data iconica nel percorso europeo nerazzurro, diametralmente opposto rispetto al complicato cammino in campionato. Mentre in Serie A lottava per la salvezza, infatti (i nerazzurri chiusero il campionato al 13esimo posto in classifica, a un solo punto dalla zona retrocessione), dall'altra parte l'Inter quel giorno, grazie a Nicola Berti e al suo destro in diagonale sul secondo palo a battere Konrad, siglava il primo, decisivo passo nella finale di Coppa Uefa contro il Salisburgo.

Una serata, quella del Prater di Vienna, a simboleggiare un'autentica rinascita calcistica per il numero 9, a seguito di una stagione controversa (soltanto 4 reti fra campionato e coppa). Una vittoria, quella all'andata in Austria, frutto poi di una convincente prova difensiva, confermata poi al ritorno grazie all'1-0 di San Siro dell'11 maggio, che valse la seconda Coppa Uefa della storia del club.

Stefano Carnevale Schianca

Sezione: Accadde Oggi / Data: Dom 26 aprile 2020 alle 14:33
Autore: FcInterNews Redazione
Vedi letture
Print