"Il soprannome pitbull è perfetto e Gary Medel nel giro di un paio di settimane può diventare l’idolo della San Siro nerazzurra". Lo assicura la Gazzetta dello Sport oggi in edicola. "Massiccio come un blocco di granito, il quinto sigillo di Thohir dopo Vidic, Dodò, M’Vila e Osvaldo trasuda aggressività anche quando si mette in posa sorridente per una foto. In campo è uno che dà l’anima e non si tira mai indietro.

Flirterà pericolosamente con i cartellini degli arbitri, ma come i Paul Ince e i Diego Simeone (accostati a Gary dallo stesso Zamorano) arriverà dritto al cuore di tifosi ammaliati sì dalla giocata di fino degli attaccanti, ma davvero innamorati soprattutto di chi per la maglia dà l’anima. Oggi pomeriggio il pitbull svolgerà il primo allenamento ad Appiano. Sarà l’occasione per conoscere alcuni compagni, peraltro tutti sudamericani e reduci dal Mondiale come lui. Oltre a Osvaldo, ci saranno infatti anche Alvarez, Campagnaro, Guarin, Hernanes e Palacio. Domani l’abbraccio al gruppo al completo dopo i due giorni di riposo concessi da Mazzarri".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 06 agosto 2014 alle 09:12 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print