Sulla Gazzetta dello Sport trovano spazio ulteriori dichiarazioni di un Aurelio De Laurentiis particolarmente loquace.

Occhio, presidente, la prossima estate potrebbe surriscaldarsi per Koulibaly.
"Ad agosto scorso ho rifiutato 105 milioni di sterline (dal Manchester United, ndr) e sono consapevole che prima o poi sarà costretto a cederlo".

Scudetto, Champions League, Coppa Italia: a cosa punta il suo Napoli?
"Lo scudetto è lì e lo vincerà chi sarà più bravo. Ma credo che più di quello che stiamo facendo non si può. Il nostro bilancio è positivo, grazie ad una gestione oculata, perché noi il rosso non possiamo concedercelo".

In che senso?
"Ci siamo tolti lo sfizio di avere un tecnico internazionale come Rafa Benitez e di ingaggiare l’allenatore più vincente al mondo. Io sono un industriale nel mondo del calcio, non uno nominale come al Real Madrid o al Barcellona, devo unire i risultati della produzione a quelli economici".

E si può vincere lo stesso con questa politica aziendale?
"Con Mazzarri arrivammo in Champions League e avevamo un monte ingaggi di 30 milioni di euro. È difficile poter competere, a livello economico, con Juventus e Inter o Milan che è sull’orlo del baratro".

C’è l’Inter che, insieme al Napoli, vuole contendere lo scudetto alla Juventus: cosa teme dei nerazzurri?
"Conte, è l’uomo più pericoloso, sa tenere la squadra sull’allerta come pochi".

VIDEO - SOMBRERO E TIRO AL VOLO, LAUTARO CERCA IL SUPERGOL CONTRO L'ECUADOR

Sezione: Rassegna / Data: Ven 18 Ottobre 2019 alle 10:03 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print