"Niente più Champions League e, soprattutto, futuri campionati nazionali senza più grandi squadre. L’ultima idea per rivoluzionare il calcio arriva da Florentino Perez. Il presidente del Real Madrid l’ha esposta a Gianni Infantino, numero uno della Fifa, bypassando l’Uefa e certificando un durissimo scontro politico che si trascina ormai da mesi". Questo cambiamento sconvolgente nel panorama del calcio europeo viene illustrato dal Corriere della Sera. "L’idea di Perez, anticipata dal New York Times e dal Financial Times, è creare un campionato europeo con le migliori 20 squadre dei cinque più importanti tornei continentali: Inghilterra, Spagna, Germania, Italia e Francia. Un sistema mutuato dalla Nba, con un secondo campionato (una sorta di serie B europea) con altri 20 team. Tornei chiusi, in cui militano solo top club e in cui promozioni e retrocessioni sono limitate ai due campionati. L’idea di Perez è ancora più estrema della proposta di Andrea Agnelli, dell’Eca e della Uefa di creare una SuperChampions con accessi ristretti e controllati. Secondo il presidente del Real Madrid i nuovi campionati europei dovrebbero svolgersi durante l’intera stagione. Il progetto è quindi di cancellare la Champions League e far confluire nel nuovo torneo tutte le big che abbandonerebbero i tornei nazionali, a quel punto totalmente svuotati di interesse. Dalla serie A dovrebbero emigrare nei due nuovi tornei otto squadre, così pure da Liga, Premier, Budesliga e Ligue1".

Sezione: Rassegna / Data: Sab 07 dicembre 2019 alle 10:30 / Fonte: Corriere della Sera
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print