"In meno di tre mesi l’Inter è diventata l’immagine perfetta di Antonio Conte, uno degli allenatori più bravi del mondo (forse il più bravo) a trasformare le squadre che gli vengono consegnate". La sottolineatura è del Corriere dello Sport, che evidenzia i meriti del tecnico nerazzurro dopo il derby vinto nettamente e, più in generale, dopo questo avvio di stagione.

"L’Inter resta in testa da sola, a punteggio pieno, dopo una partita dominata dal punto di vista emotivo e tattico: la trasformazione effettuata da Conte nel secondo tempo, poco dopo il gol del vantaggio di Brozovic, con gli inserimenti di Vecino al posto di Sensi e di Politano al posto di Lautaro, ha mandato in confusione Giampaolo e il Milan, ancora lontano dall’idea di squadra - si legge -. I nerazzurri hanno sbranato gli avversari, li hanno aggrediti in tutte le zone del campo e li hanno sfiancati: un paio di parate importanti di Donnarumma, un clamoroso palo di D’Ambrosio a porta vuota, un gol annullato a Lautaro, poi una ripresa perfetta, celebrata con l’uno-due di Brozovic e Lukaku. Poco Milan, davvero. Si apre, probabilmente, la prima crisi di Giampaolo in rossonero, adesso il suo futuro dipenderà dalla forza e dalla coerenza degli stessi dirigenti che gli hanno fatto il mercato: siamo sicuri che le colpe di questo avvio siano soltanto dell’allenatore?".

VIDEO - IL DERBY E' NERAZZURRO, TRAMONTANA IN VISIBILIO

Sezione: Rassegna / Data: Dom 22 Settembre 2019 alle 09:19 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print