La voce di Inter Channel, Roberto Scarpini, ha parlato così dal proprio editoriale su TMW di Inter e non solo: "La settimana ha concesso all'Inter il lusso di far esordire molti giovani in una competizione europea. Un'opportunità che ha fatto consentito ad Andrea Stramaccioni di miscelare alcune conferme, come Benassi, Garritano e Romanò, con alcune novità come Pasa e Bandini. Posto che ovviamente consideriamo i Livaja (93') e Coutinho ('92) già gente da prima squadra. Molto positiva la prestazione dell'emiliano Benassi e del figlio d'arte Pasa (il padre Daniele è l'ex trequartista dell'Udinese anni '80). Il primo ha dimostrato tanta, tantissima personalità, mentre il secondo, risistemato in posizione da difensore nel secondo tempo, ha fatto vedere ottime qualità tra cui un fisico già possente e la precisione e i ritmi degli interventi difensivi. Checché se ne dica Stramaccioni sta portando avanti, coordinato con il settore giovanile dell'Inter, una mirata azione di ringiovanimento della rosa nerazzurra. Un trend confermato anche dalle convocazioni di Inter Napoli. Nove convocati su ventitré, infatti, sono nati dal 90' in poi. Sette, addirittura, dal '92.

Alla fine è stato pareggio contro il Nefchi, complice un arbitraggio tuttaltro che preciso, un risultato inutile ai fini della classifica del girone. L'Inter, seconda dopo il Rubin, affronterà il sorteggio di Nyon del prossimo 20 dicembre con la possibilità di incrociare una tra le seguenti formazioni: Chelsea, Lione, Liverpool, Benfica, Olympiakos, Cluj, Steaua, Dnipro, Bordeaux, Hannover, Metalist, Fenerbahce, Vitoria, Genk.



Sicuramente l'avversario più scomodo è il Chelsea. Gli inglesi, dell'ex Rafa Benitez, hanno da poco stabilito il record di unica squadra nella storia a vincere la Champions ed essere eliminata nella fase a gironi nella stagione successiva. Avversario cinque stelle, con Lione, Liverpool e Benfica un gradino sotto, ma sempre molto forti, e Cluj, Dnipro e Hannover outsider veramente insidiose. Rimane, come considerazione finale, la convinzione che nel confronto diretto di febbraio ogni singola squadra avrà peculiarità in grado di mettere in difficoltà e, visto che l'Inter vuole dichiaratamente andare in fondo alla competizione, mi sento di dire che un avversario varrà l'altro.

E' stata anche la settimana del mercato dei sogni. Quello rossonero, per esempio, che ha annoverato i nomi più improbabili nel classico schema del presidente che si candiderà e che quindi promette il regalo elettorale. Non so se sia meno commentabile l'ennesimo sottotesto secondo il quale la politica italiana, nonostante il momento serio e difficile, dipenderebbe principalmente dai voti football oriented dei milanisti oppure il fatto che i titoli dei giornali siano di stupore dinanzi all'ipotesi che Balotelli, secondo nome dopo Neymar, possa valere quaranta milioni. La punta, pur non essendosi dimostrata continua, è un classe '90 ed è uno dei talenti più famosi d'Europa nonché il titolare della nazionale italiana. Che cosa dovrebbe valere? meno di Pato che l'anno scorso fu proposto allo stesso prezzo per arrivare a Tevez? Ah già ma questo è il mercato dei sogni e siamo solo all'inizio. Inter Napoli, sfida tra giganti della serie A. Stramaccioni ha detto oggi che è convinto che l'Inter possa fare una gara da Inter contro il Napoli. Tatticamente posso immaginare l'abbia preparata con l'attenzione e il pathos dedicato alla Juventus di Conte. Quell'Inter ci vorrà per aver ragione di un Napoli di anno in anno sempre più forte. Una grande Inter per battere un grande Napoli".

Sezione: News / Data: Dom 09 dicembre 2012 alle 08:42
Autore: Fabrizio Romano / Twitter: @FabRomano21
vedi letture
Print