Vincenzo Pincolini, ex preparatore atletico della Nazionale, parlando ai microfoni del Corriere dello Sport illustra schematicamente come le società di calcio potrebbero gestire la fase di preparazione in vista dell'eventuale ripartenza dei campionati: "Questo è il momento di pensare alla salute, dobbiamo ascoltare gli specialisti. In merito alle eventuali ripercussioni di una preparazione interrotta il mio slogan è: sdrammatizziamo. Non ci sarà allenamento col pallone, ma i calciatori già adesso si tengono in condizione, me lo confermano quotidianamente i miei colleghi preparatori atletici. Credo che due settimane potranno essere sufficienti per arrivare ad una buona condizione fisica. Per allenarsi basta un terrazzo, e via di scatti, slalom, cambi di direzione. Fino ad oggi sono andati avanti con tapis roulant e cyclette, ora dovranno cercare di lavorare di più sulla rapidità e l’agilità. Va bene anche andare su e giù per le scale. Se poi hanno un giardino di venti metri, meglio ancora. Il valore aggiunto di un calciatore è quell’età meravigliosa che va dai 20 ai 30-35 anni". 

Sezione: News / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 12:10
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print