Ivan Juric non vuol sentire parlare di tradimento; lui ha deciso di lasciare il Genoa perché l'occasione offertagli da Gasperini, che lo ha voluto nel suo staff all'Inter, era una di quelle da non lasciarsi sfuggire. Lo spiega lo stesso ex centrocampista rossoblu a Il Secolo XIX: "Nessun tradimento. Voglio diventare allenatore da serie A e un’esperienza come quella all’Inter è importantissima. Devo crescere, per poi magari tornare un giorno sulla panchina del Genoa. Tutto è nato all’improvviso, negli ultimi giorni. Gasperini, tra l’altro, l’ho visto per pochissimo tempo, dal momento che sono impegnato a Coverciano per il corso allenatori".

Juric si difende ancora dalle accuse: "Non sono d’accordo con chi parla di tradimento. Al Genoa sono stato per cinque bellissimi anni:ho dato tutto quello che avevo, dalla società e dai tifosi ho ricevuto tantissimo. Ho iniziato la carriera da allenatore e ho bisogno di fare esperienza. Mi sono confrontato con la Primavera, ora ho bisogno di provare un altro tipo di avventura in un grande club come l’Inter, con giocatori di livello “top”. Mi servirà per continuare a crescere". Anche se, afferma, Preziosi ha preso molto male la sua decisione: "Lui sì, ma altre persone con cui ho lavorato al Genoa hanno capito la mia scelta, la sua importanza per la mia carriera".
 

 

Sezione: News / Data: Gio 7 Luglio 2011 alle 15:22 / articolo letto 3699 volte
Autore: Christian Liotta