I club ribadiscono il loro no al progetto di una Super Champions e, contemporaneamente, chiedono di avviare il processo che porti alle riforme necessarie per riequilibrare il rapporto coppe-campionati e renderlo più solidale. Questo è l’esito del meeting al quale hanno partecipato 201 club appartenenti a 37 Paesi diversi. Un incontro tenutosi a Londra che rappresenta un’altra tappa fondamentale dopo quella di Madrid, con i lavori aperti dal presidente delle leghe europee Lars Christer Olsson e dal CEO della Premier Richard Masters.

Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il tema maggiormente discusso è stato quello delle risorse: i club hanno ribadito nel meeting londinese la necessità di avere una redistribuzione più equa. In pratica, si chiede all’Uefa di aumentare la fetta di torta destinata alle società che non partecipano alle coppe, ma alimentano il sistema dal basso. Il rischio, se non si cambierà direzione, è che la forbice tra grandi e medio-piccoli sia destinata ad aumentare e che il gap per gli altri club diventi insostenibile.

Sezione: News / Data: Sab 19 Ottobre 2019 alle 10:37 / Fonte: Calcioefinanza.it
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print