Altro appuntamento durante la Bobo Tv tra Nicola Ventola, Christian Vieri, Lele Adani e Antonio Cassano, durante il quale i quattro ex nerazzurri commentano la partita contro la Roma, pareggiata negli ultimi minuti. Secondo Fantantonio, "se l'Inter avesse vinto la partita nessuno avrebbe potuto dire niente perché ha giocato una buonissima partita contro una squadra molto forte, che gli ha dato degli spazi. L'Inter appena gli concedi degli spazi si infila dove vuole, però il Loco Bielsa dice che 'se stai vincendo una partita la filosofia è quella di vincere'. Se stai vincendo una partita che hai in pugno e togli Hakimi, che come cambio ci può pure anche stare, non puoi togliere Lautaro per Perisic, che in questa squadra è un pesce fuor d'acqua e in questo meccanismo non c'entra niente. Non puoi farlo specie in una partita così. Perisic è un grandissimo giocatore, che a me piace molto, ma non c'entra niente con questo meccanismo di Conte. Se tu fai quei cambi chiedi alla squadra di abbassarsi e non ripartiamo. E a quel punto una squadra del genere, con giocatori fortissimi tra cui Sanchez, metti giocatori fuori posto e fai capire alla squadra che hai paura. Ti è andata bene, perché avrebbe potuto perdere. Ma nelle partite devi rischiare, altrimenti sei finito, ti capita il colpo di testa e pareggi la partita. Certi allenatori portano a casa il risultato e l'analisi la fanno come pare a loro. Con il Napoli ha fatto una bruttissima partita facendo una brutta figura, ma tante altre persone hanno guardato solo il risultato. L'Inter su venti partite in tutto, compresa la Champions, quante buone ne ha fatte davvero con tutti i buonissimi giocatori che ha? La squadra se ne accorge, lo recepisce che tu non vuoi giocare, vuoi vincere se ci riesci. Se non vinci diventa un massacro. A Genova quando l'Inter era in svantaggio ci siamo chiesti perché non fosse sempre quella lì, che attacca sempre. Questa squadra dovrebbe giocare trenta metri più avanti, ha le qualità per farlo, per quale motivo non lo fa? Dovrebbe avere ritmo, qualità, creare occasioni. L'anno scorso ha fatto una buona stagione, quest'anno ha fatto il primo massacro andando fuori da Champions ed Europa League con giocatori fortissimi e più forti dell'anno scorso. Quando Conte dice cose sofisticate per dire che non gli sono arrivati giocatori non è vero: è arrivato Hakimi, è arrivato Vidal e altri giocatori di primo livello. Io mi aspetto l'Inter lì sopra a +5 dalla seconda. Invece c'è il Milan e gli sta facendo vedere con organizzazione, qualità una squadra che segue l'allenatore e ottiene risultati meritatamente. Conte viene ancora a farmi questi discorsetti che a me personalmente danno fastidio. Se mi chiedi se è un bravo allenatore ti dico sì, ma non lo sta dimostrando. Lui è obbligato a vincere altrimenti l'anno prossimo è obbligato ad andar via". 

VIDEO - L'INTER PARTE PER FIRENZE: QUALE FORMAZIONE PER DOMANI?

Sezione: News / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 12:20
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print