Anche il noto conduttore televisivo Paolo Bonolis si è unito al coro dei tifosi nerazzurri disturbati dalla battuta di Andrea Agnelli ("Giacartone nuova capitale dell'Indonesia"): "Non so immaginare cosa avrebbe risposto Prisco ad Agnelli - ha detto ai microfoni de Il Corriere dello Sport - anche perché non mi posso né mi voglio sostituire a una persona della cultura e dell'intelligenza di Prisco, ma mi piace sottolineare che il cartone a differenza di altre cose costa poco ed è anche facile da falsificare... Mi sembra che ad Agnelli - ha aggiunto Bonolis - la battuta non sia venuta neppure particolarmente bene perché non fa ridere per niente. Quello che è successo (riferimento a Calciopoli, ndr) è stata una battuta d’arresto per la dignità e la nobiltà dello sport italiano.

Per questo non credo sia opportuno fare battute. I fatti incriminati sono stati commessi dalla precedente gestione della Juventus e non capisco perché l’attuale dirigenza ogni tanto tiri fuori certe cose che viceversa non andrebbero neppure più ricordate".

Sezione: News / Data: Gio 17 ottobre 2013 alle 11:02
Autore: Alessandra Stefanelli / Twitter: @Alestefanelli87
vedi letture
Print