Umberto Calcagno, vicepresidente dell'Aic, fa muro contro la proposta di giocare alcune delle restanti partite di campionato alle 16.30: "Le 16,30 in piena estate, in giugno-luglio? Non se ne parla nemmeno di giocare a quell'ora. Il Mondiale '94 alle 12? Lo so ma erano poche partite. Qui sono di più, e conta poco che magari siano messe nel weekend, sempre le 16 e 30 sono. I presidenti pensano solo alle tv, non alla salute dei giocatori. Le 16.30 non vanno bene. Le 18,45 e le 21 sì", spiega l'avvocato, come riportato da La Repubblica. 

VIDEO - DODICI ANNI FA L'ULTIMA IN NERAZZURRO DI JULIO CRUZ. QUANTE PERLE PER L'INCUBO DELLA SIGNORA

Sezione: News / Data: Dom 24 maggio 2020 alle 20:49
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print