Un fondo di investimenti è pronto sostenere il Barcellona nell'assalto all'Inter per Lautaro Martinez, cedibile - Piero Ausilio dixit - solo a fronte del pagamento della clausola rescissoria da 111 milioni di euro. La ripartenza ufficiale della Liga fissata per il prossimo 11 giugno, e con essa di tutti gli annessi e connessi economici, ha attratto - secondo quanto si legge nell'edizione odierna de La Repubblica - partner finanziari disposti ad affiancare il club catalano in una delle operazioni di mercato più onerose della sua storia. Situazione non nuova per Beppe Marotta, che ha già vestito i panni del venditore di lusso ai tempi della Juve quando cedette Paul Pogba al Manchester United, un colpo definito dallo stesso dirigente il miglior affare della sua carriera.

Un addio, peraltro, Marotta l'ha già definito ufficialmente ieri: con Icardi riscattato dal Psg, l'ad nerazzurro ha incassato 57 milioni bonus compresi e i complimenti di Steven Zhang. Indizio fortissimo di come l'ex Juve sia convinto del progetto Suning, a dispetto delle voci di un fantomatico addio circolate nelle scorse ore. Ecco perché Marotta sarà saldamente al comando del timone anche nel prossimo mercato, con un gruzzoletto che può fare la differenza in questo periodo di crisi: con l'addio di Lautaro, potrebbe spendere più di 160 milioni di euro. Soldi che l'Inter non si sa ancora come reinvestirà, ma le tracce non sono segrete: l'interesse per Cavani è reale, poi piacciono Cunha, Tonali, Chiesa (c'è anche Paratici) e Kumbulla.

VIDEO - LAUTARO STORY, CHE MAGIE GIA' AI TEMPI DEL LINIERS

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 10:14
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print