Inter-Real Madrid torna a 22 anni esatti dall'ultima volta. Anche in quel 25 novembre del 1998 era Champions League ed anche all'epoca la sfida aveva il sapore del match decisivo. Il 3-1 finale per i nerazzurri fu deciso da una zampata di Zamorano e dalla doppietta nel finale di Baggio, che resero vani il momentaneo 1-1 di Seedorf. Stasera la sfida si rinnova e per Lukaku e compagni è ancora una volta un dentro o fuori.

QUI INTER – Conte ringhia alla vigilia: il tecnico nerazzurro, dopo il 4-2 sul Torino, è tornato a parlare di ferocia e di fame, più che di bellezza e percorso. Cambio di rotta? Vedremo. Intanto anche stasera ci sarà da sopperire all'assenza di Brozovic (ancora positivo al Covid-19) e, ragionevolmente, assieme agli intoccabili Barella e Vidal troverà posto ancora Gagliardini. Nainggolan, Eriksen e il redivivo Sensi saranno in panchina a meno di clamorose sorprese. Per il resto, da sottolineare il ritorno della difesa titolare, con Skriniar e Bastoni ai fianchi di De Vrij. Dubbio a sinistra: se la giocano Young, Darmian e Perisic. A destra conferma per l'ex Hakimi, voglioso di riscatto dopo il brutto errore di Valdebebas. In attacco riecco la Lu-La, debordante nel secondo tempo contro i granata: la sensazione è che molto della qualificazione al prossimo turno passerà dalla precisione sotto porta di Lukaku e Lautaro. Ancora fuori casua Pinamonti.

QUI REAL MADRID  Problemi per Zidane. Se alla vigilia il francese aveva potuto approfittare dell'assenza di Lukaku e Skriniar, stavolta sarà lui a dover fare a meno di due pedine fondamentali come Sergio Ramos e Benzema. A loro si aggiungono pure le defezioni di Odriozola, Militao, Valverde e Jovic. Quantomeno, il tecnico francese recupera Carvajal - tra i migliori nell'1-1 col Villarreal - e Casemiro. In difesa, a fianco di Valverde, spazio a Nacho, con Mendy ancora preferito a Marcelo sulla sinistra. Asensio e Hazard agiranno a supporto di Mariano Diaz, con Modric a completare la mediana. L'alternativa è il 4-2-3-1 con l'inserimento di un altro trequartista (Lucas Vazquez, Vinicius o Rodrygo) al posto di un centrocampista. 

---

PROBABILI FORMAZIONI:

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Gagliardini, Young; Vidal; Lukaku, Lautaro.  
Panchina: Radu, Stankovic, Ranocchia, D'Ambrosio, Darmian, Moretti, Nainggolan, Sensi, Eriksen, Perisic, Sanchez, Bonfanti. 
Allenatore: Conte.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Vecino, Padelli, Kolarov, Brozovic, Pinamonti.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Nacho, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Mariano Diaz, Hazard.
Panchina: Lunin, Altube, Victor Chust, Marcelo, Ødegaard, Isco, Lucas Vazquez, Vinicius, Rodrygo, Hugo Duro.
Allenatore: Zidane.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Odriozola, Militao, Sergio Ramos, Valverde, Benzema, Jovic.

ARBITRO: Taylor (ENG).
Assistenti: Beswick e Nunn.
Quarto uomo: Coote. 
Var: Attwell (Betts).

VIDEO - ACCADDE OGGI - 25/11/1998: QUANDO BAGGIO SI PRESE IL MEAZZA CON UNA DOPPIETTA AL REAL

Sezione: In Primo Piano / Data: Mer 25 novembre 2020 alle 08:15
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print