Per 90 minuti, l'Atalanta entra di prepotenza nell'affare Scudetto andando vicina a sbancare l'Allianz Stadium nel terzo incontro della 32esima giornata di Serie A. Ma proprio al 90esimo, un rigore di Cristiano Ronaldo permette alla Juve di riprendere per i capelli una partita che sembrava ormai irrimediabilmente perduta salvando un punto. Finisce 2-2 una gara incredibile, dove il primo tempo della Dea è sontuoso, culminato col gol di Duvan Zapata al termine di una magistrale azione corale e con una dimostrazione di gioco che fa capire poco o nulla ai padroni di casa. Che per rimettere la gara in carreggiata hanno bisogno di un rigore concesso per fallo di mano di Maarten de Roon e trasformato da Cristiano Ronaldo, ma all'80esimo Ruslan Malinvoskiy con un bolide da appena fuori area trova la rete del 2-1. Sembra fatta per il colpaccio che vale le ambizioni tricolori, ma ancora un fallo di mano, stavolta di Luis Muriel, induce Piero Giacomelli ad indicare nuovamente il dischetto; e ancora CR7 fa secco Pierluigi Gollini per il 2-2 finale. Ai punti, avrebbe sicuramente meritato la Dea, che però non riesce nel sorpasso alla Lazio al secondo posto in classifica. 

Sezione: Il resto della A / Data: Sab 11 luglio 2020 alle 23:41
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print