All'indomani della decisione del governo di dare il via libera alla ripresa della Serie A a partire dal 20 giugno, Vincenzo Spadafora, ministro dello sport, parla così in esclusiva al Tg5: "E' un segnale importante perché il Paese sta ripartendo, e lo sport e il calcio diventano protagonisti in questo senso. Ora è possibile riprendere in sicurezza, nel rispetto della salute di tutti. Ci sono stati momenti difficili, quando i dati del contagio erano alti; ancora adesso incrocio le dita per sperare che il campionato possa arrivare alla fine".

Che idea si è fatto sui vertici del calcio?
"Sicuramente ho visto presidenti molto diversi tra loro, comunque tutti appassionati al loro mondo e interessati al grosso giro d'affari. Io l'uomo nero del calcio? Mi sono molto arrabbiato quando un mese fa mi chiedevano di ripartire quando avevamo problemi con le terapie intensive o trasferivamo le bare sui mezzi del Ministero della difesa. Ho trovato assurdo mi si chiedesse una data in quel momento, oggi è giusto che anche il calcio possa ripartire". 

Sezione: Focus / Data: Ven 29 maggio 2020 alle 13:16
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print