Tra le pagine di Tuttosport viene approfondita la situazione di Samir Handanovic, finalmente vicino allo scudetto con l'Inter dopo tanti anni trascorsi a Milano. Lo sloveno contro il Sassuolo ha giocato la 381ª partita all’Inter, mentre domani contro il Cagliari eguaglierà le 382 presenze di Ivano Bordon, portiere dell’Inter negli anni ’70 e nei primi anni ’80: così facendo, Handa diventerà il secondo portiere più presente della storia nerazzurra, alle spalle del solo Walter Zenga.

Intanto il contratto del capitano dell'Inter scadrà il 30 giugno 2022, ma il suo agente Fali Ramadani ha da tempo avviato i discorsi con l'Inter sulla questione rinnovo. C'è stato il pensiero Musso, poi il cambio di strategia ha portato al ritorno di Radu nelle vesti di vice, ma la sensazione è che sul mercato il club si concentrerà più su altre zone di campo che su un nuovo portiere. "A quel punto il rinnovo potrebbe arrivare in automatico e lo sloveno allora sì che potrebbe vedere all’orizzonte il mito Zenga. Oggi “l’Uomo ragno” ha 92 presenze in più di “Batman” Handanovic, ma con due campionati da titolare, più le gare nelle coppe, il sorpasso potrebbe davvero andare in scena nel 2023" scrive TS.

Sezione: Focus / Data: Sab 10 aprile 2021 alle 08:22
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print