I nodi arrivano al pettine. Il tour-de-force è adesso, tra Spal, Eintracht e Milan. È adesso che ci si attende da Mauro Icardi una risposta: si allontana l'ipotesi di vederlo in Europa League, il club spera nel derby. Anche perché poi ci sarà la sosta e, ragionevolmente, l'emergenza cesserà di essere tale. 

"Marotta e Nicoletti si aggiorneranno anche oggi. E Icardi salvo sorprese sarà di nuovo allo stadio con Wanda Nara - riferisce la Gazzetta dello Sport -. Quel che le parti hanno ieri registrato con soddisfazione è tutto nelle parole di Luciano Spalletti, assolutamente allineate – a differenza di quelle che il clan Icardi aveva interpretato in maniera diversa a Francoforte – alla piega diplomatica che ha preso la vicenda. Di questa storia restano i punti di vista differenti delle parti sulla questione spogliatoio – il calciatore ritiene di non aver bisogno di chiarire alcunché, i compagni invece aspettano un gesto – che Marotta e Nicoletti stanno faticosamente affrontando. La soluzione s’intravede e in qualche modo fa comodo a tutti: all’Inter, che di Icardi ha bisogno e non vuole veder svalutato un suo asset. E al giocatore, intorno al quale è iniziata l’opera di riabilitazione. È un patto che le parti hanno stretto, tra Europa League e quarto posto da conquistare. Magari aiuterà anche il rientro anticipato a Milano di Steven Zhang, con il quale Icardi gradirebbe presto avere un colloquio. In soldoni: lavori in corso, pur attraverso strade diverse, per il rientro di Mauro. Fatica della quale Marotta e l’Inter tutta avrebbero fatto volentieri a meno. Ecco perché a fine stagione, al netto dei patti contingenti, lo scenario probabile resta quello di una separazione. Da Icardi e da tutti quelli che hanno contribuito ad alzare troppo il livello della tensione".

VIDEO - TANTI AUGURI A... -SAMUEL ETO'O: TUTTE LE PRODEZZE IN NERAZZURRO DEL RE LEONE

Sezione: Focus / Data: Dom 10 Marzo 2019 alle 08:35 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print