Christian Eriksen si candida a ripartire da... titolare. Secondo la Gazzetta dello Sport, il danese - assieme a Lukaku, Sensi e Barella - è apparso in grande spolvero a livello fisico e sta convincendo Conte, che non a caso lo ha inserito spesso tra i titolari nelle prime prove tattiche svolte ad Appiano Gentile. Il gap con i compagni è stato azzerato e adesso l'ex Spurs sente la fiducia giusta per ripagare in campo. Come ricorda la rosea, la tecnica di base non è mai stata in discussione, ma spesso ci si è dimenticati che il danese, in Premier, è stato uno dei centrocampisti con più chilometri percorsi. Insomma, non solo fioretto, ma anche sciabola. "I due mesi di stagione che ha davanti non sono banali: servono a lui, a Conte e all’Inter tutta per capire se il futuro farà rima con amore", evidenzia la rosea. E chissà che non si possa vedere un 3-4-1-2 con il danese alle spalle della Lu-La.

Una storia nota, perché lo stesso percorso "diesel" lo aveva avuto anche nelle precedenti esperienze. Tanto nell'Ajax, quanto nel Tottenham, ad Eriksen erano serviti alcuni mesi prima di ingranare le marce alte. Come ricorda la Gazzetta, arriva in Olanda sedicenne e viene promosso in prima squadra a inizio 2010. Si impone nella sua seconda stagione, con gol e assist in serie. Idem a Londra: parte titolare con Villas-Boas, poi soffre, finisce in panchina e patisce alcuni infortuni. Svolta dopo 4 mesi, con Sherwood al posto del lusitano. Degli Spurs diventa leader tecnico e li conduce fino alla finale di Madrid. 

VIDEO - GEORGIOS VAGIANNIDIS, UN 18ENNE GIOIELLO PER L'INTER

Sezione: Focus / Data: Gio 04 giugno 2020 alle 08:27 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print