Dopo averne sperimentato i metodi di lavoro tra Lugano e l'Asia, Roberto Gagliardini promuove Antonio Conte. "Ci ha fatto capire subito quello che vuole - ha spiegato al Corriere dello Sport  - e si è confermato un allenatore che pretende tanto, ma che dà anche tantissimo. Con lui mi trovo davvero bene: i carichi di lavoro sono intensi, ma questo lo sapevamo, e li stiamo sopportando in maniera giusta.

Gaglia, titolare sia contro il Lugano che con lo United, traccia un primo bilancio di questo inizio di pre-season: "Sono a disposizione del tecnico e cercherò sempre di farmi trovare pronto. Contro il Manchester abbiamo un po’ sofferto, ma è normale quando di fronte hai un’avversaria del genere. L’impressione che mi ha lasciato questa gara è positiva: siamo stati sconfitti solo sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma siamo stati ordinati anche se non siamo stati bravi ad andarli a prendere. Cosa c’è da migliorare? Parleremo di queste difficoltà e di quello che dobbiamo fare meglio (ieri pomeriggio seduta video nell’hotel della squadra, ndr). Con il tempo cresceremo e vedrete che già contro la Juventus faremo meglio e ci riscatteremo".

Parlando degli obiettivi, l'ex Atalanta viaggia sulle stesse frequenze del tecnico: "Come ha detto Conte, è giusto non porsi limiti. Lui è un vincente, la squadra si sta formando bene e ha l’ambizione di disputare una grande annata. La Juve? Non facciamo la gara su nessuno: meglio pensare a noi stessi". 

La chiusura è dedicata alle voci che lo vorrebbero alla Lazio in caso di partenza di Milinkovic Savic: "Non ci penso". 

VIDEO - GABIGOL NON SI FERMA PIU' E BATTE ANCHE IL VAR

Sezione: Focus / Data: Lun 22 Luglio 2019 alle 08:25
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print