Antonio Conte, dopo il 2-2 di Roma, parla anche a SkySport. Ecco le dichiarazioni del tecnico nerazzurro.

Con un pizzico di killer-instinct in più, l'Inter poteva portarla a casa?
"Ne abbiamo avuta la possibilità, purtroppo non l'abbiamo fatto. E nel finale abbiamo subito un po' il ritorno della Roma e le energie scarse visto il grande sforzo dall'inizio. E parlo anche di energie nervose. Dispiace perché stavamo vincendo contro una squadra forte". 

Sui cambi? Inevitabili?
"Vidal ha avuto un problema alla gamba e ha chiesto il cambio, o almeno io ho visto questo... Lautaro era arrivato al 75' esausto, gli avevo chiesto anche tanto in fase difensiva tra le linee: ha fatto una grandissima partita. Lo stesso Hakimi avevo visto che stava perdendo qualche colpo. Non dimentichiamo che è la terza partita in sette giorni ed è inevitabile un po' di stanchezza. Anche Brozovic e Barella stavano faticando, ma siamo l'Inter e non deve essere un problema fare cambi, sempre grande fiducia per chi è in panchina". 

Quindi baricentro arretrato nel finale per una questione meramente fisica?
"Penso di sì, era la terza partita in 7 giorni e abbiamo giocato quasi sempre con lo stesso undici titolare. Sotto 1-0 abbiamo fatto una partita di intensità, sono state spese energie fisiche e nervose, anche a livello psicologico devi recuperare, mentalmente devi difendere il risultato e dobbiamo cercare di recuperarle. Ci fossero state più energie da parte di tutti avremmo potuto mantenere il baricentro più alto come chiedevo. Ma prendere gol in contropiede, come successo in passato, mi è dispiaciuto. Sono forti sui calci da fermo e ci hanno punito".

Battuto solo il Napoli negli scontri diretti e ora arriva la Juve: un dato che preoccupa?
"Vinta una, persa una e poi tutti pareggi. Inevitabile che contro squadre forti sono partite in cui devi dimostrare la tua ambizione e c'è sostanziale equilibrio". 

Zero mercato a gennaio?
"Ma è da agosto. Noi prendemmo Hakimi ad aprile e poi solo parametri zero o rientri da prestiti, non vi dovete sorprendere se non faremo mercato nemmeno a gennaio. Linea molto chiara, molto netta. Non faremo assolutamente niente. Lavoreremo come stiamo facendo e sono molto contento di questo gruppo che ha voglia di fare belle cose per l'Inter. Mi è stato detto di non chiedere nulla e cercheremo giustamente di fare del nostro meglio con quello che abbiamo, a testa bassa”.

Chiesto di non chiedere nulla perché c'è fiducia nel gruppo?
"Cercate sempre di essere particolari nelle domande... (sorride, ndr)". 

Sezione: Focus / Data: Dom 10 gennaio 2021 alle 15:18 / Fonte: SkySport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print