Centrocampista completo. Talento raffinato dotato di un’ottima tecnica suffragata da tenacia e voglia di combattere in campo. Non a caso parliamo di un protagonista della vittoria della Libertadores del River Plate. Exequiel Palacios potrebbe presto trasferirsi in Europa. Ma a sorpresa non in Spagna, bensì in Italia. La rivelazione è del suo agente Renato Corsi, che in esclusiva per FcInterNews.it, si è espresso in modo entusiastico sui nerazzurri. Partiamo dallo stato di salute del suo assistito. “Il giocatore sta bene. I medici hanno deciso che non fosse necessaria un’operazione e l’infortunio subito non è così grave come lo si è voluto far passare. Il perone non è la tibia o le ginocchia che avrebbero richiesto altri tipi di cure. Exequiel ha già iniziato la riabilitazione e lo scorso lunedì si è esercitato sulla bicicletta”.

Quando potrà tornare a giocare quindi?
“Credo tra un mese, un mese e mezzo al massimo. Questa settimana dovrebbe iniziare a correre, o quantomeno a trotterellare”.

Ma parliamo di un giocatore già acquistato dal Real Madrid?
No. Non abbiamo alcun accordo definitivo con le Merengues. Abbiamo avuto molte riunioni con loro, ma la trattativa non si è chiusa. Stavamo per concludere, ma poi, proprio a causa di questa piccolissima frattura nel perone non lo abbiamo fatto. E ora il tema è diventato abbastanza freddo. Vediamo. Intanto posso rivelarle che so per certo che i dirigenti dell’Inter siano interessati all’atleta”.

Pare che anche a Zanetti piaccia molto il suo stile di gioco…
Pupi mi ha chiamato proprio quando stavamo negoziando il trasferimento di Palacios al Real Madrid. Mi ha fatto molto piacere. Anche perché gli ho detto che sia io che il calciatore saremmo onorati che Exequiel possa eventualmente firmare per l’Inter”.

Non vede differenza quindi tra nerazzurri e blancos?
“No. Zanetti è un nostro connazionale. Da voi è diventato un idolo. Parliamo di un’ottima persona. Poi oggi all’Inter ci sono Lautaro e anche Icardi. E immagino che a Milano giocherebbe. Chiaramente dovrebbe dimostrare il suo valore, ma credo proprio che scenderebbe in campo”.

A quanto ammonta la clausola?
“A 15 milioni di euro. Il Real Madrid avrebbe pagato qualcosina di più, per facilitare l’addio al River del calciatore. Come le ho detto prima con i blancos era quasi tutto fatto. Ma poi l’infortunio ha stoppato tutto. Loro vorrebbero aspettare di vedere il completo recupero del mio assistito. Ma se non si dovessero decidere ad agire, noi ci guarderemmo intorno”.

Con l’Inter che mi sembra di capire sia un’opzione gradita.
“Molto. Sia per me che per Palacios. Lui è giovane, aspettiamo che recuperi. Ha solo 20 anni. Ma ribadisco che gradirebbe parecchio giocare per i nerazzurri. E aggiungo che senza questo stop forzato sarebbe stato convocato per la Coppa America. Peccato per l’infortunio subito, chissà cosa deciderà Scaloni. Ma intanto è chiara la stima del C.T. della Seleccion per lui”.

È vero che possiamo paragonare il suo assistito a Cambiasso?
“Anche. Parliamo di un centrocampista completo. Con tecnica sopraffina, aggressività nel gioco e un fisico bestiale”.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - EXEQUIEL PALACIOS, NUOVO GIOIELLO DEL RIVER PLATE

Sezione: Esclusive / Data: Mar 5 Marzo 2019 alle 14:59
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print