"Houston, abbiamo un problema!" devono aver pensato dall'entourage di Mateo Kovacic a partire da fine febbraio, ovvero da quando la Fifa ha disposto il blocco delle prossime due sessioni di mercato per il Chelsea. Una decisione che stoppa il riscatto del talento croato da parte dei Blues, che a gennaio avevano già impostato la bozza d'intesa con il Real Madrid per 29 milioni di euro. Stando così le cose il classe 1994 dovrà fare le valigie e tornare in Spagna. Un trasloco momentaneo visto che Zinedine Zidane non appare intenzionato a puntare sul croato. Per questo motivo i rappresentanti del centrocampista hanno immediatamente sondato il terreno con Inter e Bayern Monaco. Risposte tiepide finora, soprattutto da Milano. Il Kovacic 2.0 in nerazzurro non è in cima alla lista delle priorità di Suning. 

PISTA SENSI - Chi invece piace e viene tenuto sotto osservazione è Stefano Sensi. I primi approcci tra il suo agente Beppe Riso e la dirigenza nerazzurra risalgono a qualche settimana fa. Giovane e italiano: caratteristiche che piacciono a Beppe Marotta che fanno il paio con il placet tecnico di Piero Ausilio. Su Sensi stanno mettendo gli occhi in tanti: dal Milan al Barcellona che l'ha visionato dal vivo in diverse occasioni tramite il dirigente Ariedo Braida. Ma l'Inter può contare sul canale privilegiato tra Marotta e Carnevali per, eventualmente, superare la concorrenza. Se ne parlerà a margine del riscatto di Politano (solo da formalizzare). Base d'asta già fissata dal club di Giorgio Squinzi per il centrocampista ex San Marino: 25 milioni. L'Inter è attenta e studia la situazione visto che in estate approderanno ad Appiano Gentile almeno due nuovi calciatori per la mediana.

VIDEO - FESTA ARGENTINA U20, C’È ANCHE COLIDIO-GOL NEL 5-0 ALL’ARABIA

Sezione: Esclusive / Data: Lun 25 marzo 2019 alle 17:00
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print