L’eco delle problematiche legate al Coronavirus è fortissima anche al di fuori dei confini nazionali. Un problema reale, che ovviamente non deve essere sottovalutato, ma nemmeno ingigantito. Secondo quanto appreso in esclusiva da FcInterNews infatti molti giocatori del Ludogorets, dopo aver letto sui giornali locali e su internet la situazione a Milano, si sono preoccupati e hanno chiesto tutte le rassicurazioni del caso. Ecco perché la società bulgara ha contattato l’Inter per chiede ulteriori delucidazioni sulla condizione del capoluogo meneghino (e della città di Bergamo, dal momento che alcuni componenti dello staff atterreranno nei prossimi giorni all'aeroporto di Orio al Serio) e i nerazzurri hanno giustamente gettato acqua sul fuoco, citando le autorità sanitarie competenti, che per l’appunto consentiranno lo svolgimento della partita a porte chiuse. Ma c’è di più. Sono state contattate anche persone del posto, residenti a Milano, per avere ulteriori pareri e potersi tranquillizzare sul fatto che comunque la vita stia andando avanti, seppur un poco a rilento. Per evitare qualsiasi tipo di complicazione – e di contatto con i giornalisti del posto - il Ludogorets ha inoltre chiesto di cancellare le conferenze stampa di allenatore e giocatore previste per pre partita e aspetta l’ok della UEFA, che comunque pare difficile possa arrivare. La squadra preferirebbe svolgere il solo allenamento e tornare subito in hotel. Giovedì invece dopo la gara contro l’Inter, il gruppo bulgaro si imbarcherà immediatamente sul volo di ritorno per Varna.

Sezione: Esclusive / Data: Mar 25 Febbraio 2020 alle 15:13
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print