Milan Skriniar, difensore dell'Inter, è il terzo protagonista del nuovo format di Inter Tv 'Unboxing'. Attraverso il gioco delle scatole, lo slovacco, colonna difensiva dei nerazzurri, parla di sé e della sua esperienza interista e non solo. 

IL RAPPORTO CON BARBORA, LA FIDANZATA - Pochi giorni fa abbiamo fatto 5 anni insieme, stava con me da quando giocavo in Slovacchia. Mi è stata accanto nei momenti belli e in quelli difficili. Prima eravamo amici, vivevamo nello stesso paese ma non potevamo stare insieme sempre.

I CANI - Ne ho due, della stessa razza, maschio e femmina. Quando compri un cane e sta ogni giorno con te fa parte della tua famiglia. La femmina è molto brava, il maschio corre, fa qualche dispettuccio ma va bene.

L'INTERVENTO AGLI OCCHI - Avevo un problema nel vedere da lontano ma non potevo mettere le lenti in campo, quindi mi serviva. L'intervento è andato molto bene, sono stati molto bravi. Sono molto contento, ora vedo molto meglio. Prima non pensavo di vedere così male, dopo l'intervento però ho iniziato a vedere più chiaro e c'è tanta differenza. Giocare con gli occhiali? Non ci ho mai pensato. 

GLI SCARPINI DA CALCIATORE - Mi ricordano quando ho iniziato a giocare a calcio da piccolo; è sempre stata la mia passione, in famiglia giocavamo tutti. Ho giocato con mio fratello e mio padre che ci allenava. Coi miei genitori ho un bellissimo rapporto, vengono spesso a vedere le partite e magari restano una settimana, poi tornano a casa e ritornano a Milano. Anche con Radoslav ho un rapporto bellissimo. Della Slovacchia mi manca la famiglia e mi mancano gli amici, sono arrivato in Italia e ho grandi amici ma quando torno in Slovacchia sto sempre con loro. Il consiglio più grande che mi hanno dato i miei genitori? Io devo ringraziare loro se sono quello che sono, cerco sempre di tenere i piedi per terra e fare le cose per bene.

MILANO - I primi mesi che sono arrivato sono andato spesso in Duomo, poi sono andato anche con gli amici e i genitori che ho portato anche a San Siro. Uno stadio che mi dà sempre grandi emozioni sin dalla prima partita, è bello sentire la gente.

LE 100 PRESENZE CON L'INTER - Una cosa bellissima, non mi aspettavo di farle così presto. Sono contento. L'Inter è stata importantissima per la mia carriera, qui sono cresciuto anche come uomo. Giocare a calcio è una passione, quando vado in campo non lo vivo solo come un lavoro, mi piace giocare. Il bacio ad Handanovic durante la gara con l'Empoli? Mi è venuto spontaneo, per le tante parate fatte.

COSA C'E' NELLA SCATOLA DEI DESIDERI DI SKRINIAR? - La voglia di vincere qualcosa di importante, quest'anno abbiamo una squadra forte come mai avuta prima. Questo può essere l'anno buono, spero che insieme ai tifosi si possa riuscire a farcela. 

VIDEO - YOUNG SI PRESENTA CON... BOB MARLEY!

Sezione: Copertina / Data: Gio 23 Gennaio 2020 alle 21:49
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print