Terminato il tour delle interviste televisive, Simone Inzaghi fa tappa in conferenza stampa per approfondire ulteriormente i temi di Inter-Lazio. Le sue parole: "Devo fare i complimenti ai ragazzi perché rientrare dopo 20 giorni non era semplice. Abbiamo affrontato una squadra forte, ben messa in campo. Penso che sia una vittoria sofferta ma meritata per quanto visto in campo”.


Oggi Bastoni sembrava più un’ala: “È un campione d’Europa, un campione nel DNA. È normale che all’inizio l’ho anche sostituito, veniva da un Europeo e aveva bisogno di tempo. Adesso posso dire che di partite ne ha sbagliate veramente poche”.

Ora la Supercoppa: “Non so chi è favorito, posso solo dire che è il primo trofeo stagionale, giochiamo contro una grandissima squadra che oggi ha ottenuto una grande vittoria a Roma. Sarà una sfida aperta e sarà l’ultima partita in cui si divertiranno i nostri tifosi, per questo vogliamo regalare loro una serata importante”.

Due gol dei difensori: “Vuol dire che c’è la partecipazione da parte di tutti. Sul gol di Lautaro forse c’era davanti la punta della scarpa, ma è una grande risorsa quando gli attaccanti non segnano avere altri giocatori in grado di segnare”.


Servirà un’Inter più forte rispetto all’andata? “No, servirà l’Inter del girone d’andata, sapendo che Milan, Napoli e Atalanta fino alla fine non molleranno”.

Serve un rinforzo in attacco? “No, ho tante alternative, sono pagato per scegliere i giocatori migliori e di volta in volta devo farlo”.
Sezione: Copertina / Data: Dom 09 gennaio 2022 alle 23:37
Autore: Redazione FcInterNews.it
vedi letture
Print