"Certo che l’Inter può prendere Lionel Messi, su questo non ci sono dubbi”. Benoît Cauet, nel corso di una diretta Instagram sul profilo del giornalista Simone Togna, si è detto assolutamente sicuro che “Steven Zhang abbia le capacità economiche e la potenziale ambizione. Un Presidente che pensa in grande” di portare in nerazzurro la Pulce. L’ex centrocampista della Beneamata ha anche parlato delle sue stagioni in nerazzurro: “La Coppa Uefa del 1998 resta la gioia più grande. Una competizione dura, anche perché abbiamo dovuto recuperare lo svantaggio della gara di andata contro il Lione, andando a vincere in Francia, o lo 0-2 subito a Strasburgo. Poi la Finale di Parigi vinta 3-0 contro la Lazio è stata quasi la partita più facile. Con tutto quello che avevamo passato, sapevamo di poter vincere, anche perché da noi c’era un certo Ronaldo”.

Cauet prosegue con i ricordi: “Il compagno di squadra più strano? Bè, diciamo che Taribo West era proprio particolare, un casinista nato. Gli allenatori della mia carriera? Simoni gran persona e ottimo mister, anche Camolese (avuto al Torino, NDR) era un ottimo professionista. Ma ne ho avuti davvero tanti preparati e capaci”. Sull’attualità: “L’Inter è davvero forte. Lautaro-Lukaku sono una coppia fantastica, non cederei mai l’argentino”. Poi si collega Vitali Kutuzov e la discussione si sposta su Antonio Conte: “Un grande tecnico, si vede che ha una mentalità vincente. Qualora il campionato dovesse ripartire non sarebbe più una maratona ma uno sprint, vediamo cosa succede. I nerazzurri possono farcela”.

Sezione: Copertina / Data: Mer 08 aprile 2020 alle 17:13
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print