Come scrive l’edizione odierna di Tuttosport, l’Inter va avanti tutta per Alexis Sanchez. Il passaggio all’Inter appare in discesa soprattutto grazie alla volontà del Manchester United di alleggerire il monte ingaggi dal maxi stipendio percepito dall’ex Udinese: 14 milioni netti, uno dei più alti della Premier League, un’enormità considerato il rendimento non esaltante avuto dal cileno all’Old Trafford. Conte è convinto di riuscire a rivitalizzare un attaccante che ha sempre apprezzato, che avrebbe voluto prima alla Juventus e poi al Chelsea. Restano alcuni nodi da risolvere: lo United aveva proposto un prestito a 5 milioni e riscatto a 15, l’Inter vorrebbe abbassare queste cifre fino a un prestito gratuito. L’intesa è comunque molto vicina.

Un ostacolo potrebbe rappresentare la questione ingaggio, visto che il club inglese non vuole subire eccessivamente il peso dell’ammortamento a bilancio del giocatore. È di questo che hanno parlato ieri l’agente Fernando Felicevich e i dirigenti dei Red Devils. “Il club inglese è disposto a pagare una buonuscita pari al 50% dello stipendio attuale pur di lasciar andare Sanchez (in realtà una parte sarebbe comunque stata scomputata per la mancata qualificazione della squadra in Champions). Resta, però, ancora uno stipendio da 7 milioni netti. L’Inter non vuole spingersi oltre 4-5 milioni. Quindi ballano circa 2-3 milioni di differenza che potrebbero salire a 4-5 se lo United si impuntasse sugli oneri di bilancio riducendo la buonuscita di un importo corrispondente. Il cileno può optare per una decurtazione del suo ingaggio fino a 1.5 milioni pur di tornare protagonista. Nel complesso, però, resta ancora qualche distanza da limare per fare il passo in avanti decisivo”, scrive il quotidiano. In casa nerazzurra regna comunque un certo ottimismo. L’obiettivo è quello di avere Sanchez a Milano già domani, ma potrebbe slittare tutto a mercoledì.

VIDEO - ALEXIS SANCHEZ IDOLO DEL CILE, QUANTE MAGIE CON LA "ROJA"

Sezione: Rassegna / Data: Lun 19 Agosto 2019 alle 09:40
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print